lunedì 27 settembre 2010

LA SAGA DI AKUNA

La bellezza dell'Uomo è sempre stata la passione ed il filo conduttore della mia ispirazione artistica, in quanto massima realizzazione dell'Universo che ritrae e conosce sè stesso mediante la forza espressiva e l'armonia del corpo e del volto maschile. L'amore sensuale e sentimentale fra uomini è la manifestazione della più alta consapevolezza.  Centomila anni fa,  presso la tribù di AKUNA, conosciuto come IL SIGNORE DELLA CACCIA, il più forte e coraggioso cacciatore della comunità, il vero amore era riconosciuto soltanto fra gli uomini e l'iniziazione ad esso consisteva proprio nel rapporto sessuale con colui che veniva considerato il migliore: AKUNA; in questo modo, attraverso la percezione della propria bellezza, gli uomini elevavano il proprio spirito, divenendo simili agli dèi androgini.

Specchio dell'Universo; tempera su tela con vernice; misure 50 x 70; anno 2017.

Ritratto di Akùna; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 2000.

L'eco della caverna; tempera su tela con vernice; cm.200 x 120; anno 2002

Akùna e i lotofagi; tempera su tela con vernice; cm.200 x 120; anno 2005

La valle dei sacri monoliti; tempera su tela con vernice; cm.200 x 120; anno 2010

Il ritorno del cacciatore; tempera su tela con vernice; cm.100 x 160; anno 2001

Il confronto; tempera su tela con vernice; cm.90 x 70; anno 2003

I regali; tempera su tela con vernice; cm.60 x 90; anno 2010

Bacio sotto la pioggia; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 2012

Akùna e Atun; tempera su tela con vernice; cm.70 x 50; anno 2003

Ritratto di Nor; tempera su tela con vernice; cm. 90 x 60; anno 2003

Iniziazione di Akuna con Xorax; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 2002

L'eclisse; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 2004

Il fuoco inestinguibile; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 2007

Akùna ferito; tempera su tavola antica del XIX secolo, con vernice; cm.60 x 44; anno 2000

Il suicidio; tempera su tela con vernice; cm.100 x 120; anno 1989 -In seguito alla morte del Re Satyar.